Liebster award 2016

E così, anche quest'anno il Liebster Award è arrivato, dopo le mille emozioni del Liebster Award 2015, anche questa volta ringrazio di cuore i blog che hanno pensato a me, è sempre un grande piacere, un riconoscimento per il lavoro svolto in questo ultimo anno, ed anche se sarebbe un riconoscimento per i blog nuovi, raccolgo l'invito e partecipo volentieri, nominando a mia volta altri blog che ritengo meritevoli anche se in alcuni casi hanno già un buon seguito.


Ora, secondo il regolamento dovrei rispondere a tutte le domande dei blog che mi hanno nominata, ma facciamo che per non annoiarvi troppo e non far torto a nessuno, risponderò ad un paio di domande per ciascuno di loro.
Ma prima di iniziare con le domande, voglio ringraziare i blogger che mi hanno nominata (grazie di cuore, siete stati tantissimi!!):

- Teresa di Nonni Avventura
- Daniela di Orsa nel Carro
- Ale&Gi di ViaggioloGi
- Flavia di In Giro con Fluppa
- Valentina di Giornalista Coccinella
- Fabiana di Viaggi di una Conchiglia
- Gloria di Vagabondainside
- Sara di Bagaglio a Mano Rulez
- Stefania di Stamping The World

Mi fa davvero piacere che abbiate pensato a me, quindi vedrò di soddisfare le vostre curiosità!

Liebster Award 2016, le mie risposte

Partiamo con le risposte a due domande dei Nonni Avventura:

-  Vi sentite più a vostro agio visitando una città, oppure siete più tipi da natura?
Diciamo che amo sia la città che la natura, però per quanto non mi tiri indietro quando si tratta di gite in mezzo alla natura, preferisco organizzare viaggi in città. Adoro muovermi per le città, viverle, osservare la gente...comunque amo tantissimo anche trovare la natura in città ed è anche per questo Madrid mi è piaciuta così tanto.
Ma ogni tanto è anche bello immergersi nella natura e staccare un po' la spina!

- Scrivete i vostri articoli per il blog mentre siete in viaggio o prendete solo appunti e poi vi sbizzarrite al ritorno?
Scrivo sempre a casa, in viaggio ho sempre troppe cose da fare e da vedere e voglio godermi ogni singolo momento. In realtà ci ho provato a portarmi il pc per scrivere in aereo o durante gli spostamenti...ma o il sonno o il paesaggio fuori dal finestrino hanno sempre la meglio e scrivere mi diventa impossibile!


Passiamo poi a due di quelle fantasiose di Orsa Nel Carro:

- Se potessi viaggiare nel tempo, in quale epoca ed in quale paese andresti?
Mi piacerebbe vedere il Giappone dei Samurai, ma sarebbe un paese estremamente chiuso agli stranieri e non so quanto potrei godermelo :D
Oppure non mi dispiacerebbe andare in Centro America per scoprire se El Dorado esisteva davvero!

- Ti perdi nella savana, il compagno di viaggio che più vorresti al tuo fianco in quel momento: Lara Croft, Indiana Jones o Piero Angela?
 Nella Savana direi Indiana Jones...ma solo perchè se mi servisse un cappello per il caldo, rubo il suo :D
kanazawa, giappone, geisha, cosa vedere a kanazawa

tsavo est, kenya, savana, safari, elefanti in savana


Invece In Giro con Fluppa va più sul tecnico:

- Quale comportamento dei blogger ti fa imbestialire?
Ora, non mi piace molto lamentarmi degli altri, ognuno è libero di agire come meglio crede. Io però nella vita credo che si debba andare sempre avanti con umiltà, senza pretendere e dimostrando il proprio valore con i fatti, non solo a parole. Ci vuole passione e sacrificio, quindi mi infastidisce parecchio chi ha pretese, chi cerca di "scavalcare" denigrando gli altri e in genere chi tende a creare zizzannia...Vivi e lascia vivere!
Però sottolineo che questi non son comportamenti da blogger che mi infastidiscono..son comportamenti che mi fan imbestialire anche nella vita quotidiana!

- Secondo quali canoni valuti se il tuo blog sta andando bene o male?
Principalmente dal riscontro di Analytics, fondamentale per valutare l'andamento. Poi dai riscontri sui social: quando un articolo viene condiviso significa che è piaciuto, ed è un'indicazione sullo stile e sulle informazioni che i miei lettori preferiscono leggere.


Tocca ora alle domande di ViaggioloGi:

- Quando viaggi sei più blogger o più traveller?
Per ora il blog non ha cambiato il mio modo di viaggiare. E' vero l'uso dei social, è un po' aumentato, anche in viaggio, ma io vivo il viaggio allo stesso modo.
E' forse cambiato un po' il modo di fare foto, ora mi capita di pensare ANCHE a delle foto che possano piacere ai lettori, non solo a farmi selfie e foto stupide per ricordo... devo fare anche foto serie, che mostrino determinati dettagli che poi racconterò nell'articolo.

- Se dico USA, la prima parola che ti viene in mente è..
Cascate del Niagara. Niente, ultimamente ho questa fissa...anche se gli USA non sono una tra le mete che mi attirano maggiormente, ad eccezione appunto del Nord Est e le cascate ed infatti le ho inserite anche nei miei #TravelDreams2016.

aoeroporto, in partenza, viaggi

Passaporto, attesa, attesa aerporto

Passiamo a due domande "personali" di Giornalista Coccinella:

- Prima di uscire dall’albergo, al mattino, pensi ad essere presentabile nelle foto o credi sia superfluo?
Sono abituata a mettermi un velo di trucco tutte le mattine anche nella vita quotidiana, quindi anche in viaggio prima di uscire (ma se son in hotel dove ho la colazione anche prima di andare a far quella) mi do' una sistemata. Quindi sì, penso ad essere presentabile, ma non per le foto, semplicemente per abitudine...tant'è che nelle foto di solito non son per niente presentabile perchè non ritocco quasi mai trucco e parrucco durante la giornata e di solito dopo mezz'ora sono già completamente andata!!!!

- Il tuo partner, qualora tu lo avessi, ha la tua stessa “idea di viaggio” o capita di trovarvi in contrasto?
Fortunatamente, in linea di massima andiamo d'accordo. Ma ci son volte in cui gli interessi divergono completamente...ad esempio se si tratta di visitare luoghi storici, soprattutto se c'entrano con la storia militare, la mia attenzione dopo un limite di tempo ragionevole (un paio d'ore) si esaurisce...mentre il suo interesse va avanti all'infinito e mi costringe a rimanere poi qualcosa tipo 5 ore nelle War Rooms di Churchill...oppure come quando io voglio fare un po' di shopping ad Harajuku e lui si siede sconsolato all'ombra ad osservare la fauna giapponese (come se fosse un dispiacere poi...ragazze tra l'altro...bello il Giappone, ma la vostra autostima potrebbe risentirne!!!)


E via con quelle di Viaggi di una Conchiglia:

- Hai mai provato a cucinare un piatto straniero che hai assaggiato all'estero?
Premetto che non sono una gran cuoca...cioè a volte ho anche l'ispirazione e qualcosa di buono mi esce anche. Ma quando ho tentato di fare il sushi sapevo che non avrei ottenuto grandi risultati...tuttavia, immergendolo nella salsa di soia è risultato anche mangiabile dai :D

- Hai un articolo preferito tra quelli scritti finora sul tuo blog? 
Ci sono diversi articoli che mi piacciono molto, alcuni perchè parlano di loghi che amo, altri perchè secondo me son davvero ben fatti: ricchi di informazioni, ordinati, completi...ma uno dei miei preferiti e che secondo me andrebbe letto nelle scuole (sì, lo sapete che io volo basso!) è il Decalogo del Bravo Turista che può sempre tornare utile per ricordarci che non ci siamo solo noi al mondo e che comportarci correttamente ci renderà la vacanza sicuramente più rilassante!



Vagabondainside invece vuole sapere:

- Non tutti possono permettersi di viaggiare senza far rinunce, tu a cosa rinunci pur di poter viaggiare?
In realtà stando attenta a tutte le spese, e segnandole attentamente sul mio Kakebo posso dire di non dover fare grandi rinunce...vero, non faccio shopping sfrenato, ma in realtà è perchè non mi serve nulla in particolare. Quando c'è da fare un uscita con amici non rinuncio, ma non sono una che tutte i giorni va a farsi l'aperitivo. Insomma, non faccio vere e proprie rinunce, limito solo le spese superflue, ed in questo modo riesco a far combaciare tutto.

- Cosa non può mancare nel tuo zaino/valigia?
Dire telefono, macchina fotografica, agenda e penna sarebbe scontato, quindi dico una sciarpa! Eh sì, inverno o estate che sia porto sempre con me qualcosa per ripararmi la gola...un po' perchè è ormai una sorta di portafortuna, un po' perchè son soggetta a mal di gola ed abbassamenti di voce, anche in estate, evito che l'aria condizionata o un colpo di vento mi costringano ad un riposo forzato della voce. E chi mi conosce sa bene quanto questo sia impossibile.

Due risposte anche per Bagaglio A Mano Rulez:

- Hai mai dormito in una stanza condivisa con sconosciuti in viaggio? Se sì, com’è stata la tua esperienza?
Sì. spesso scelgo di dormire in ostello durante i miei viaggi e quindi mi è capitato di dormire anche in camerate da 16 persone. Io non ho mai avuto problemi, sarà che in viaggio appena tocco il letto mi addormento profondamente fino a che suona la sveglia..quindi non sento eventuali rumori fatti da altri. ho sempre trovato compagni di stanza discreti ed educati!

- Nell’arco di un anno, meglio fare un solo viaggio, quello dei tuoi sogni, che costa un po’ ma che desideravi da tanto o tanti piccoli viaggi più economici?
Cerco sempre di organizzare un solo viaggio importante durante l'anno e poi fare qualche piccolo weekend in Europa o una fuga in Italia. Ma baso molto i miei viaggi sulle offerte che trovo, anche se in linea di massima cerco di mantenere questo standard (anche per una questione di ferie concesse dal mio lavoro!!).


E finiamo con quelle di Stamping The World:

-  Raccontaci una tua disavventura avvenuta capitata durante un viaggio.
Sono sempre stata abbastanza fortunata dai, eccezion fatta per quella volta che mi è arrivato il bagaglio danneggiato all'aeroporto di San Pietroburgo: sfondato e completamente senza rotelle....era il volo di andata così, non solo abbiam dovutoportarlo di peso fuori dall'aeroporto, sui mezzi pubblici e su per quattro piani di scale fino all'ostello...ma abbiam dovuto fare la stessa cosa anche al rientro!

- In viaggio hai mai contratto qualche strana malattia? O la più semplice vendetta di Montezuma? Raccontaci come è andata. 
Anche qua posso dire di essere stata fortunata, non ho mai contratto malattie strane e anzi, adirittura se parto non in formissima in viaggio guarisco! L'unica volta che son stata male in viaggio è stata la prima volta che son andata a Disneyland con in miei genitori...gastroenterite. Ho passato una notte infernale e mi son persa l'ultima giornata al parco!!



Liebster Award 2016, le mie domande

Ora viene il bello, tocca a me fare le domande!

1. Una meta Italiana che ti senti di consigliare?
2. Hai mai dormito in barca o ci dormiresti?
3. Hai paura di prendere l'aereo?
4. Qual è il tuo posto del cuore (che sia dall'altra parte del mondo o sotto casa non importa!)
5. Hai già programmato il prossimo viaggio?
6. Il cibo più strano che hai assaggiato?
7. Racconta una tua disavventura di viaggio
8. C'è un Paese che al momento non ti ispira per niente, o che comunque sta in fondo alla tua lista dei desideri?
9. Hai mai incontrato una persona in viaggio con la quale poi sei rimasto in contatto?
10. Come vedi il tuo blog tra un anno?


 E le persone e relativi blog che nomino e della quale son curiosa di conoscere le risposte sono:

- Emanuele di Recyourtrip
- Matteo di Scatti e Bagagli
- Nicoletta di OneTwoFrida
- Rosaria di La Valigia di Cassandra
- Enzo e Chiara di Dueingiro
- Alessandra e Davide di Sognando Caledonia


Non vedo l'ora di leggervi, e ricordate le regole:
- Ringraziare il blog che vi ha nominati
- Rispondere alle domande
- Nominare altri blogger e porre loro delle domande
- Avvisare il blog che vi ha nominati che avete accolto il premio.

4 commenti

  1. Grazie mille Michela, che piacere questa nomination!! Risponderò al più presto alle tue domande :-)

    RispondiElimina
  2. Pure io non riesco a scrivere in viaggio, il tempo dov'e'? Io la sera torno in alloggio stanca morta! Una sola volta mi sono portata il pc appresso e mi sono maledetta per il peso inutile :D
    p.s. hai sbagliato il nome del mio blog, vicino alle domande! Monella! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti scusami che distratta!!! Ho corretto subito!

      Elimina