Il viaggio in auto non è banale.

Le pubblicità delle auto ultimamente mi piacciono un sacco.
Raccontano di viaggi, di avventure, di emozioni e di scoperte. L'ultima trovata è la candid realizzata da Citroen, un  video nel quale degli ignari turisti che dovevano recarsi all'aeroporto di Malpensa, vengono caricati sul Suv 4x4 Aircross e arrivano in aeroporto attraverso una strada alternativa....parecchio divertente!


Il messaggio è chiaro: "L’inverno non è solo freddo, maltempo e code in tangenziale. Con Citroën C4 Aircross anche il più banale dei viaggi può diventare un’esperienza di guida emozionante e divertente."

Io non mi ero mai soffermata a riflettere sui viaggi in auto. Di on the road in macchina non ne ho mai fatti, anche se tra i miei #Traveldreams2016 c'è l'on the road in Scozia, ma ho fatto spesso viaggi in auto per andare in vacanza.
Viaggi di 3 ore, che da piccola significavano vacanze al mare prima ed in montagna poi, sempre gli stessi posti, a ritrovare vecchi amici.
Viaggi lunghi, attraverso tutta l'Italia per arrivare in Calabria o in Sicilia, portandoci anche la nostra Peghi, che ai tempi era una cagnolina giovincella che amava fare il bagno al mare, e pur di non rinchiuderla nella stiva dell'aereo ci facevamo intere giornate di viaggio, con regolari e frequenti tappe per le sue necessità.
E poi crescendo, i viaggi in auto per andare alle partite, in vacanza, a visitare città....
Viaggi in auto durante i quali si ascoltavano cassette e cd. Che anche se un po' le cambiavi le tracce erano sempre quelle, ed ancora adesso, quando risenti una di quelle canzoni alla radio ti tornano i ricordi.
Viaggi in macchina in cui si parla tanto, anche se si è stanchi, perchè è giusto tener compagnia al guidatore. Si fanno discorsi seri e un po' meno seri, si parla di futuri ipotetici e storie inventate, si parla di questioni importanti, perchè non si può scappare dall'affrontare quell'argomento fino a che non si arriva a destinazione.
E poi le pause in Autogrill...prima per mangiare, ma in bagno c'è coda e ora non ne ho bisogno. E mezz'ora dopo si è di nuovo fermi perchè insomma mi scappa e non ce la faccio più.
E quando poi ci si da il cambio al volante e a me tocca sempre il pezzo di strada più brutto, o quando in autostrada c'è colonna e allora si esce al primo casello e ci si perde nei paesini, perchè un navigatore non è aggiornato e il telefono ti fa fare strade strane....

Che poi, si dice che le idee migliori ed i pensieri vengano soprattutto quando si è sotto la doccia...
Beh, a me è mentre sto guidando anche solo per andare al lavoro, quando la macchina scivola via sull'asfalto, sulla strada che ormai conosce bene e va quasi in automatico, che inizio a pensare, a riflettere e nuove idee e stimoli prendono spazio nella mia mente...e basta prenderne consapevolezza. Un viaggio in auto non è banale.

10 commenti

  1. io amo i viaggi on the road..sono i miei preferiti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero presto di aver occasione di farne uno in Scozia!!!

      Elimina
  2. Mi piace questo post Michela! Perché adoro guidare e adoro i viaggi in macchina :) Penso che i miei on the road (in USA, in Australia, in Austria/Slovenia) siano tra i migliori viaggi che abbia mai fatto! Il senso di libertà è ai suoi massimi e poi sono d'accordo con te: è quando sono in macchina che mi vengono le idee e i pensieri migliori!!
    Ti auguro di partire per un on the road molto presto! :)

    Agnese - I'll B right back

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Agnese, lo so devo proprio provare a fare un on the road prima o poi :D
      Un abbraccio cara!

      Elimina
  3. Anche a me piace molto l'on the road, i viaggi migliori e più piacevoli sono stati senz'altro quelli, negli Stati Uniti (3 volte), in Sud Africa e in Inghilterra (ho perso il conto delle volte che ci siamo stati!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, io non ne ho ancora fatti di on the road, spero quindi di aver occasione di provare presto...

      Elimina
  4. Non avevo mai considerato la follia dei viaggi in auto fin quando non è arrivato Frodo in famiglia, e dalla Basilicata ci è toccato arrivare in auto fino ai Pirenei, o nelle Yorkshire Dales o in Bretagna... Adoro questo procedere lento, per gradi, senza "saltare nulla" come avviene sugli aerei. E, dato che siamo dei disorganizzati, la meraviglia di essere indipendenti per orari e location. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voi siete davvero incredibili e con Frodo diventa tutto un'avventura ancora di più!!!

      Elimina
  5. SOLO IN AUTO !!! E IN SCOZIA ci SONO STATA CON L'AUTO DALL'ITALIA !!! QUINDI AUTO ITALIANA CON GUIDA ITALIANA - a sx per intenderci - Se vuoi infos cercami su FB ;) ciao !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti! Io credo che quando finalmente farò l'On The Road in Scozia la noleggerò direttamente là..così mi sembrerà meno strano guidare al contrario, avendo il volante giusto :P

      Elimina