#Dimmicosaleggi - #10libri da portare in cabane

Circa un mesetto fa Roberta di Turisti per Sbaglio, mentre curiosava nella libreria durante uno scambio casa, si imbatte nel libro di Sylvain Tesson "Nelle foreste Siberiane".
La storia dell'autore, viaggiatore di lungo corso, che a un certo punto della sua vita decide di ritirarsi per sei mesi in una cabane, una piccola capanna, sul lago Bajkal nel cuore della Siberia.
Unica compagnia, una cassa di libri. 60 libri accuratamente scelti per trascorrere il tempo.

Ed ecco così l'idea di creare un personale elenco di 10 libri da portarsi in cabane. Libri già letti, ma che non ci stancheremo mai di leggere, libri rimasti per troppo tempo sullo scaffale che quasi ci siam dimenticati la trama, libri che ci fanno ridere o riflettere, libri che avremmo sempre voluto leggere....
E così, su invito dei Ritntronauti - due Toscani in viaggio, mi son messa a pensare a 10 libri che vorrei a farmi compagnia per affrontare quei lunghi e freddi 6 mesi.
E magari lì troverei finalmente un po' di tempo da dedicare alla lettura!!

1. Ama il tuo nemico - John Carlin
Il racconto dal quale è stato tratto il film "Invictus", la storia di Mandela e di come attraverso il rugby ha costruito la Nazione Arcobaleno ponendo fine all'apartheid. Un libro già letto, ma che vorrei rileggere per ricordare questo grande uomo, a quasi due anni dalla sua scomparsa.

2. Vite di Pirati - Daniel Defoe
I pirati sono affascinanti, da sempre nell'immaginario comune come simbolo di libertà e di viaggio per mare. Ma in realtà le loro sono storie di disadattati, ubriaconi senza scrupoli, accecati dalla sete di denaro, ma spesso morti in disgrazia e povertà. Però leggere le storie delle loro vite va sempre viaggiare l'immaginazione.....

3. 1984 - George Orwell
Un libro che mi ha subito affascinato, sul quale ho costruito anche la mia tesina della maturità. Trovo inquietante quanto il futuro ipotizzato da Orwell possa diventare realtà. Internet può essere un'ottimo mezzo di comunicazione e di libertà di informazione, ma attraverso internet è possibile risalire al nostro pensiero e alla nostra quotidianità. Ricordiamocelo sempre.

4. Autostop con Buddha - Will Ferguson
Beh, il libro dove per la prima volta, anni fa, lessi di Kanazawa e del suo bellissimo giardino. Ho sognato di vederlo con i miei occhi e a quel tempo mai avrei pensato che in meno di due anni il sogno sarebbe divenuto realtà...
Non mi stancherò mai di leggere del Giappone e attraverso questo viaggio in autostop riesco a visitare zone del Giappone meno turistiche, molte delle quali non ho ancora visto....e ovviamente punto a visitare nel prossimo viaggio!

5. Un posto chiamato Qui - Cecelia Ahern
Un racconto con un pizzico di magia, di un'autrice che scrive di sentimenti con un linguaggio così leggero e semplice che mi arriva dritto al cuore. Un posto chiamato Qui, dove finiscono le cose e le persone smarrite, dove arriverà anche Sandy, che per lavoro cerca persone scomparse. Dalla scomparsa di una sua compagna di classe quando era bambina, Sandy ha il terrore di smarrire le cose.
Un libro con il quale ho da subito sentito un legame fortissimo, un'attrazione incredibile...e che mai potrei tener lontano da me.....

6. La Mucca nel Parcheggio - Leonard Scheff e Susan Edmiston
Un libro zen anti-incazzature. E lo è davvero. Ci ricorda quanto sia dannosa, inutile e controproducente la rabbia. Con esempi e parole semplici ci aiuta a riflettere su cosa davvero è importante e cosa ci fa bene. Ogni tanto lo rileggo, per ricordare di non arrabbiarmi per ogni sciocchezza. E tutti lo dovrebbero leggere, per un mondo più sereno.

7. Breve storia di (quasi) tutto - Bill Bryson
I libri di Bryson mi chiamano sempre ogni volta che vado in libreria...ma ancora non sono riuscita a leggerne nemmeno mezzo. Questo titolo in particolare mi affascina molto, principi di scienze raccontati con parole semplici...adatto per farsi una cultura generale di base per scegliere poi quali argomenti approfondire.

7. Niente e così sia - Oriana Fallaci
Un libro che sin da piccola ho notato nella libreria dei miei genitori, ma che non ho ancora avuto l'occasione di leggere. Un libro per capire la guerra, una guerra inutile come quella del Vietnam, con gli occhi di una giornalista che sin da bambina la guerra l'ha vissuta in prima persona. E nella vita ha tratto delle conclusioni suggerite dalla sua diretta esperienza, non dal divano di casa o da una comoda scrivania.

8. Lo Zahir - Paulo Coehlo
Il viaggio come itinerario di crescita interiore.Un viaggio fino alle steppe dell'Asia, attraverso i sentimenti del protagonista..un libro che da un po' mi ispira, ma non ho ancora avuto il tempo di leggere.

9. Lo Zen e la cerimonia del Tè - Kazuko Okakura
Un libro non incentrato sulle spiegazioni di come funziona e si svolge l'antica Cerimonia Giapponese del tè, ma su quanto questa pratica rappresenti e al tempo stesso venga influenzata dalla cultura e dalla filosofia del Giappone. Ormai è da quest'estate che questo libro è sul mio scaffale in attesa di essere letto.....

10. L'insostenibile leggerezza dell'essere - Milan Kudera
Un libro che mi è sempre stato consigliato, ma che non ho ancora letto. Quindi, questa sarebbe l'occasione adatta per leggere uno dei libri presente in tutti gli elenchi dei libri da leggere almeno una volta nella vita!

Ecco qua le regole per questa bella iniziativa, e l'elenco dei blog che dovranno aprire le porte delle loro librerie!

- Valentina di Guenda's Travels
- Nicoletta di One Two Frida
- Emanuele di Recyourtrip
- Simona di Gattosaandro Viaggiatore
- Diletta di Sempre in Partenza


Ovviamente chiunque volesse partecipare all'iniziativa può indicare poi il link nei commenti!

12 commenti

  1. Adesso ci penso su, sembra facile e invece. ..
    Grazie per aver pensato a me ^_^

    RispondiElimina
  2. Waaa grazie per avermi pensata :)
    Dei libri che hai segnalato tu ne conosco solo qualcuno... devo rimediare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh ma ognuno ha il suo genere di libri preferiti! Sono curiosa di leggere i tuoi!!

      Elimina
  3. grazieeeeeee per la nomination!! :) Ecco la mia lista: http://www.guendastravels.com/dimmicosaleggi-10-libri-da-portare-in-cabane/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per aver partecipato! Vado subito a leggere!

      Elimina
  4. Ciao Michela, elenco interessantissimo, condividiamo Bryson, DeFoe, Orwell, ma per la 2° volta mi imbatto nei due libri che citi su Giappone e l'arte del tè, un destino? Ma ad Un posto chiamato Qui, hai riservato una recensione davvero invitante, potrei cominciare da lui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto! Beh io da appassionata di Giappone non potevo non metterli nel mio elenco!
      Il libro della Ahern è leggero e scorrevole..secondo me ideale per un pomeriggio accoccolati sul divano con una bella tazza di the caldo!

      Elimina
  5. Autostop con Buddha è un libro fortissimo, scritto con ironia e ricco di informazioni sul Giappone ed i Giapponesi! L'ho amato e spesso lo sfoglio e lo rileggo a pezzi...è di grande ispirazione! Anche quello di Bryson mi ispira molto, ce l'ho in wishlist da tempo ma non l'ho ancora neanche comprato...sono curiosa di vedere come spiega argomenti scientifici a volte complessi con parole semplici...prima o poi lo comprerò!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì Valentina, Autostop con Buddha è proprio un libro scorrevole e interessante e si presta molto a essere letto più volte!!

      Elimina
  6. Finalmente ho fatto anche io la mia lista! La trovi qui >>> http://www.sempreinpartenza.it/dimmicosaleggi-10-libri/ :)

    RispondiElimina