Brescia Horror, l'insolito tour di Scopri Brescia

Nonostante io viva a un quarto d'ora da Brescia, ammetto che non ne ho una conoscenza approfondita e non ho mai fatto un vero e proprio giro turistico della città.
Ammettiamolo, non è certo tra le città più pubblicizzate turisticamente, sebbene ci siano diversi punti di interesse che andrebbero maggiormente valorizzati.


E proprio con lo scopo di far conoscere le bellezze e gli angoli nascosti di Brescia, Laura ed Elena, due giovani ragazze innamorate dell'arte e della loro città decidono di dare vita a Scopri Brescia.
Laureate in Storia dell'Arte e Guide Turistiche abilitate, simpatiche e frizzanti, tre anni fa decidono di mettere in campo queste loro passioni  e danno il via a questo progetto, nato prima come passatempo ed ora diventato un lavoro a tempo pieno!
Facendo tutto da sole e rimboccandosi le maniche, scartabellando tra gli archivi storici della città, hanno creato diversi tour e itinerari alla scoperta di Brescia, si attivano sempre con nuove iniziative e sono disponibili anche ad organizzare tour ad hoc per privati e scolaresche.

E così, per passare una serata diversa dal solito, e scoprire qualche curiosità sulla mia città, Sabato ho partecipato ad uno dei loro tour, incentrato sui fatti macabri, crudeli e misteriosi avvenuti in città. Tutti assolutamente reali e documentati!
Brescia Horror nasce, come facile immaginare, come tour di Halloween di qualche anno fa, ma visto l'enorme successo viene riproposto ormai con una certa cadenza.
Un itinerario di quasi due ore, tra le vie del centro storico, diviso in sei tappe durante le quali si alternano le due guide: Elena, teatrale e coinvolgente e Laura precisa e misteriosa.
Il Liceo Arnaldo

Forca dei Cani


La prima tappa del tour è il famoso Liceo Classico della città, sulle cui scalinate intorno al 1800 si è consumato un terribile episodio che ha scosso la città e l'opinione pubblica....chissà se gli studenti di questo ateneo conoscono la storia e se passando da quelle parti sentono un brivido lungo la schiena, o se invece passeggiano ignari tra le mura di questo palazzo....
Si continua poi alla Forca dei Cani e i suoi inquietanti avvenimenti, un luogo che fu letteralmente la sede del Male, ma che oggi è stato ripulito e ricostruito totalmente...o almeno si spera!

Le storie degli scavezzacollo della famiglia Martinengo ci vengono raccontate al cospetto del Tempio Capitolino, uno dei simboli di Brescia e un'immagine davvero suggestiva della Brescia by Night.
Di episodi da raccontare su questa famiglia della Brescia altolocata ce ne sarebbero a bizzeffe, sicuramente uno dei più inquietanti ha dei risvolti che si manifestano ancora al giorno d'oggi, per colpa di strani rumori e avvistamenti nel piano inferiore di un certo locale......sarete così coraggiosi da avventurarvi da soli?
E se non temete i fantasmi, vi consiglio di farvi un giro anche dalle parti della Chiesa di San Giorgio, ed in particolare tra i terreni sul retro.......
Tornando a racconti meno esoterici, Laura ed Elena ci raccontano anche accadimenti brutali avvenuti in città, come le torture delle Streghe poi bruciate in Piazza Loggia  o le malvagità degli invasori austriaci durante le X Giornate....




Spero di avervi incuriosito, e vi consiglio di partecipare anche voi al prossimo tour, trovate il calendario degli eventi sul sito internet di Scopri Brescia.
Ps. Il prezzo del tour è 6€, assolutamente alla portata di tutti, quindi non perdetevi il prossimo!



6 commenti

  1. bellisisma questa iniziativa..anche io non abito molto distante da Brescia ma..non ci sono mai stata! purtroppo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio una bella iniziativa per promuovere la città! TI consiglio di venire a Brescia proprio in occasione di un tour guidato della città, per poterla apprezzare al meglio!

      Elimina
  2. Bellissima idea, un modo originale per far scoprire una città! Me lo segno ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io l'ho trovata un'ottima idea!

      Elimina
  3. Ma che idea carina. Brave loro e brava tu che ne hai parlato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Sì è proprio una bella trovata!

      Elimina