Un pomeriggio al Parco Avventura in Pineta

Siete mai stati ad un Parco Avventura?
Io è da un po' che avevo questa idea in testa, da piccola adoravo trascorrere interi pomeriggi nei parchi, soprattutto quelli di montagna, attrezzati con corde e parallele e arrampicate varie, così quando ho scoperto che c'era la possibilità di rivivere amplificate queste emozioni ho deciso che avrei assolutamente dovuto provare!

I parchi avventura sono ormai molto diffusi, soprattutto nelle prealpi bergamasche dove ce n'è davvero un ampia scelta. Sempre ripensando alla mia felice infanzia, ricordo di aver trascorso alcune estati in campo scuola a Clusone (BG), in zona Passo della Presolana, e ricordo le giornate felici trascorse con gli amici correndo tra i boschi e a dondolarmi sulla teleferica (in assoluto uno dei miei giochi preferiti), ed è così che quando ho scoperto che il Parco Avventura in Pineta sorgeva proprio in quel paese ho colto l'occasione per tornare un po' bambina.

Al Parco Avventura in Pineta ci sono ben 5 percorsi, più due varianti, con difficoltà differente: si va dai percorsi per bambini - l'arancione ed il fucsia con la variante azzurra-, a quelli intermedi e per adulti -verde e blu con variante gialla-, fino ad arrivare al percorso rosso, più impegnativo che mi ha fatto un po' faticare!
Il tutto immerso in una bella e fresca pineta, il posto ideale per trascorrere una calda giornata estiva.
Il personale è davvero gentile e preparato e c'è un aerea pic-nic con punto ristoro con bibite, gelati, patatine, panini, ecc.

Come prima cosa, verrete imbragati e istruiti dallo staff su come affrontare al meglio il percorso in totale sicurezza, grazie anche al sistema "Linea Vita Sicura", un sistema di due moschettoni, uno dei quali rimane sempre agganciato al percorso ed è impossibile da sganciare fino alla fine.
Dopo le istruzioni c'è un piccolo percorso di prova, dove potete chiarire eventuali dubbi e prendere un po' la mano con i passaggi dei moschettoni. Comunque a terra si trovano gli addetti in diversi punti del percorso che possono aiutarvi e intervenire in caso di necessità, rendendo il tutto assolutamente sicuro anche per i più piccoli.
Ad ogni gioco trovate inoltre spiegazioni su come procedere con i vari agganci.
Imbragata e prontissima!





Avendo un biglietto giornaliero, ho potuto affrontare i 3 percorsi per adulti, partendo dal verde.
Il percorso verde si trova ad un altezza di circa 4 metri da terra, è semplice e divertente ed è perfetto per fare pratica. Diversi tipi di ponti sospesi, carrucole, liane, davvero un'ottimo inizio. Leggero sì, ma dopo oltre mezz'ora sugli alberi ero già un po'stanca e assetata^^

Dopo un po' di riposo, è il turno del percorso blu. Di difficoltà un po' superiore, si sposta ad un altezza di 8 metri circa e a metà strada si può scegliere la variante Gialla, chiamata anche "Carrucolando": una  serie di carrucole vi farà sfrecciare tra gli alberi.
Il percorso blu è quello che ho trovato più praticato, forse perchè è la via di mezzo per gli adulti, ma anche un percorso bello tosto per i ragazzini, quindi mi son armata di pazienza e ho aspettato un po' di più tra un gioco e l'altro, è infatti meglio affrontare il singolo pezzo uno alla volta per evitare di dondolare troppo e rischiare di infastidire gli altri!

Prima di affrontare il percorso rosso riposatevi bene, è davvero impegnativo. Tanto per iniziare, non si sale da una comoda scala come nei percorsi precedenti, ma ci si deve arrampicare su un albero...va bene, ci sono gli appoggi delle arrampicate, ma se non lo avete mai fatto può non essere semplicissimo!
In alcuni punti del percorso rosso c'è anche un sistema di sgancio/aggancio del moschettone salvavita un po' più complesso, assicuratevi di capire bene le spiegazioni dell'addetto se non volete rischiare di passare parecchio tempo a cercare di sganciarvi per proseguire.
Qui si raggiunge l'altezza di 15 metri e guardare in basso comincia a far un po' impressione...
Il percorso poi diventa anche fisicamente più impegnativo, farete una bella sudata, io vi ho avvisato, con tanto di salto nel vuoto finale (non preoccupatevi, la corda regge e frena)!




Mi hanno detto poi che è in progettazione un percorso nero, ancora più difficile, quindi mi devo allenare per affrontarlo una volta che sarà pronto!!!
Ps. ricordatevi di controllare il meteo prima di organizzare la vostra visita, in caso di maltempo infatti il parco resterà chiuso. Trovate tutte le info sul sito!


4 commenti

  1. Ciao Michela! :D
    Quando ero in Puglia lo scorso agosto, avevo scovato un parco avventura proprio vicino al nostro b&b. Ovviamente siamo andati di corsa...abbiamo aspettato alla cassa circa 30 minuti...nessuno ci ha calcolato e siamo andati via. Che delusione! Volevo proprio fare un'esperienza così :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavoli che peccato!! Che posso dire, ti aspetto dalle mie parti, qua ce ne sono tantissimi!!
      Se ti capita di organizzare un viaggetto qua il Lombardia, tieniti un pomeriggio libero per provarne uno!

      Elimina
  2. Sono stata ad un Parco Avventura in Basilicata ma non ho potuto farlo per via di un'operazione recente (più che altro non ho voluto "rischiare" io di prendere botte!)
    Però è una cosa carina da fare, è divertente!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accidenti...beh recupererai un'altra volta! Comunque tranquilla, non è rischioso, l'unica "botta" che si prende è l'arrivo delle carrucole, ma ci son grossi materassi ad attutire l'impatto!

      Elimina