Il mio itinerario di 10 giorni a Tokyo e nel Tohoku

Dopo avervi raccontato le mie emozioni e prima di iniziare a raccontarvi nel dettaglio i magnifici posti che ho visitato, vi riepilogo l’itinerario fatto, i mezzi di trasporto usati e altri consigli su come organizzare al meglio la vostra visita, mi auguro che vi possa essere d’aiuto per l’organizzazione del vostro viaggio!

Il viaggio di quest’anno può essere diviso in due parti: la prima parte di scoperta ed esplorazione del Tohoku, regione non molto conosciuta al turismo di massa ma ricca di storia e natura, mentre la seconda parte dedicata a Tokyo con attività e zone che non avevo avuto modo di approfondire bene durante i viaggi precedenti.


Informazioni generali

Giorni: 12 giorni, dal 16 al 27 Giugno.

Area interessata: Giappone, regione del Tohoku (a nord di Tokyo) con base a Sendai e Tokyo.

Spesa totale del viaggio: 1100€ a testa escluso il cibo (non l’ho messo perché ci siam concessi diversi extra, ma mediamente potete considerare un 25/30 a testa al giorno per colazione, pranzo veloce/combini, cena e vari spuntini extra).

Persone: 2

Mezzi utilizzati:
  • Auto per arrivare all’Aeroporto di Venezia, lasciata al Parcheggio Parkingo
  • Aereo Venezia – Doha – Tokyo (andata su Narita e rientro da Haneda) con Qatar Airways
  • Narita Express dal terminal di Narita a Tokyo
  • Shinkansen per 6 tratte: Tokyo – Sendai, Sendai – Ichinoseki (cambio per Hiraizumi) e rit., Sendai – Kakunodate e rit., Sendai – Tokyo
  • Treno per tutti gli altri spostamenti

Hotel (vi consiglio comunque anche gli ostelli, a Sendai però ce ne sono pochi e quello che avevo scelto purtroppo era pieno, a Tokyo invece la maggior parte degli ostelli sono ad Asakusa, ma stavolta volevamo pernottare a Shinjuku):
  • Sendai: Dormy Inn Annex Sendai molto bello, stanza ampia con frigo e tutti i comfort, microonde e lavatrice gratuiti a disposizione al terzo piano, asciugatrice 100¥ per 20 min, onsen gratuito separato con vasca interna, esterna e sauna, ottima posizione a 5 minuti a piedi dalla stazione e 15 minuti da Kokubuncho, la zona dei divertimenti serale. 28€ a testa a notte senza colazione.
  • Tokyo: International Hotel Kabukicho la stanza è in pratica un mini-appartamento, con corridoio, toilette, stanza da bagno, letto e mini-soggiorno con divano! Anche qua tutti i comfort e prodotti da bagno Shisheido, microonde, frigorifero, lettore dvd. Eppure da fuori e alla reception sembra molto piccolo e spartano, non fatevi ingannare dalle apparenze! La signora alla reception parla poco inglese e spesso c’è la madre anziana, ma vi capirete perché ha il classico quadernino con frasi giapponesi/inglesi e comunque capisce le vostre risposte in inglese. A 10 minuti dall’enorme stazione di Shinjuku, a 20 metri da Kabukicho, ma se volete evitare i “buttadentro” potete passare da una graziosa via in mezzo alla natura (eh si! In pieno Kabukicho spunta questo vialetto, dove trovate un sacco di barettini nelle viuzze laterali) e sbucherete quasi all’hotel. A 5 minuti anche dalla stazione metro Nishi-Shinjuku proseguendo nella direzione opposta. 32€ a testa a notte senza colazione.


Itinerario

Ecco qua la cartina con gli spostamenti della prima parte del viaggio, alla scoperta del Tohoku



E la mia “tabella di marcia” (le lettere corrispondono alla mappa):

1° giorno: arrivo a Narita, trasferimento a Sendai (A)> notte a Sendai
Dopo aver ritirato il Wifi portatile alla Posta dell’aeroporto e il JREast Pass all’ufficio JR del terminal, prendiamo il Narita Express per Tokyo e poi lo Shinkansen per Sendai, dove arriveremo in serata.

2° giorno: Matsushima (B) > notte a Sendai
Treno locale per Matsushima che in 40 minuti ci porta in questa bella baia di isolotti ricoperti di pini che ha lasciato senza parole il poeta Basho. E’ infatti una dei Nihon Sankei, i tre paesaggi del Giappone (insieme a Miyajima e Amanohashidate) e una crociera per la baia è un ottimo modo per visitarla. Da visitare anche i templi Zuiganji e Entusin ed il Museo di Date Masamune.

3° giorno: Kakunodate (C)> notte a Sendai
In un’ora e mezza di Shinkansen arriviamo a Kakunodate, città che a mio parere dà il meglio di sé in primavera, quando i ciliegi in fiore incorniciano il lungo fiume e le dimore samurai. Anche in estate però è davvero piacevole passeggiare per il quartiere samurai ancora intatto di questa città, alcune dimore sono visitabili solo esternamente, mentre altre son state trasformate in musei.

4° giorno: Yamadera (D), Hiraizumi (E)> notte a Sendai
Al mattino presto prendiamo il treno per circa un’oretta alla volta di Yamadera, grazioso piccolo paesino nella prefettura di Yamagata, per salire i circa 1000 scalini che si arrampicano sulla montagna fino al Tempio Superiore, visitato anche questo dal poeta Basho. Nel pomeriggio rientriamo in città per prendere lo Shinkansen fino a Ichinoseki da dove un treno locale ci porterà a Hiraizumi (tempo totale circa un’ora e mezza), antica città dei Fujiwara, quasi completamente distrutta da Minamoto Yoritomo, ma che fortunatamente conserva ancora lo splendido Tempio Chusonji  e il Konjikido interamente ricoperto d’oro.

5° giorno: Sendai > notte a Sendai
Giornata dedicata alla scoperta della città dei Date, con i suoi templi e quello che rimane del castello di Aoba. Imperdibili i giardini del Tempio Rinnoji, l’Osaki Hachimangu ed il Mausoleo dei Date (Zuihoden). Una bella passeggiata nel sito del castello e poi una breve camminata in discesa fino al Museo di Sendai.
Da assaggiare la specialità del luogo, il Gyutan (lingua di bue), io vi consiglio Rikyu; lo trovate al piano superiore della stazione di Sendai o anche al mercato coperto Ichibancho.

6° giorno: trasferimento a Tokyo, Odaiba > notte a Tokyo
Al mattino lo Shinkansen ci porta a Tokyo in poco meno di due ore e dopo aver lasciato le valigie in hotel ripartiamo alla volta dell’isola artificiale di Odaiba, dove ci aspetta un pranzo al Baratie, il ristorante di One Piece, una visita agli enormi centri commerciali (non perdetevi il Venus Fort con il suo soffitto che sembra un cielo) e al Miraikan – Museo delle tecnologie e innovazioni. Per concludere in bellezza, passiamo una serata relax all'Oedo Onsen Monogatari

7° giorno: Zona est di Tokyo: Tsukiji, Tokyo Edo Museum, Tokyo Dome > notte a Tokyo
Al mattino non perdetevi il mercato del pesce di Tsukiji e fate colazione a base di sushi freschissimo, poi una passeggiata nel bel giardino Hamarikyu, dove dietro al verde degli alberi spunta lo skyline dei grattacieli di Tokyo e la Tokyo Tower.
Con la metro andiamo a Ryogoku (zona famosissima per il Sumo) per vedere il bellissimo Edo Museum, molto divertente ed interattivo, con ricostruzioni del periodo Edo e la storia della città fino alle Olimpiadi del 1964. 
Nel tardo pomeriggio ci spostiamo al Tokyo Dome, dove abbiamo assistito ad una partita di baseball dei Tokyo Yomuri Giants, esperienza che vi consiglio per vedere i giapponesi scatenarsi tifando la loro squadra in un clima allegro e festoso.


8° giorno: Akihabara >  notte a Tokyo
Non poteva mancare una giornata intera nel quartiere dell’elettronica, tra sale giochi e negozi di anime e manga, dove abbiamo provato la splendida esperienza di entrare in un Owl cafè!

9° giorno: La via dello Shopping, da Harajuku a Roppongi via Ometesando > notte a Tokyo
Dato che a Giugno in Giappone ci sono già i primi saldi, non mi potevo perdere l’occasione di visitare (e fare acquisti) nei negozi di Harajuku e di mangiarmi una delle famose crepes. Camminata lungo Ometesando e poi via verso Roppongi, passeggiando per Roppongi Hills da dove si vede la Tokyo Tower in lontananza.

10° giorno: Kawagoe, Shibuya, trasferimento ad Haneda > volo di rientro a 00.30
Al mattino facciamo un giro a Kawagoe, chiamata anche piccola Edo, con il suo centro storico che ci catapulta nel Giappone medioevale e la sua Candy Alley, che abbiam trovato purtroppo un po’ sottotono sia per la pioggia, sia perché era un giorno feriale di bassa stagione sia perché una parte era chiusa perché bruciata..
Rientriamo in città dove ci godiamo l’ultimo pomeriggio gironzolando per Shibuya tra i suoi negozi (soprattutto l’enorme Shibuya 109) e osservando i giapponesi che si danno appuntamento alla statua di Hachiko e la massa di gente che in continuazione attraversa il trafficatissimo Shibuya Crossing.
Dopo aver recuperato le valigie a malincuore prendiamo il treno che ci porterà all’aeroporto di Haneda e quindi verso casa.

Mi è uscito un post lunghissimo, direi che i consigli e i suggerimenti ve li racconterò un’altra volta, quindi se avete dubbi o domande scrivetemeli pure, così vedrò di rispondere a tutte le vostre richieste!

14 commenti

  1. Com'era il clima a giugno?
    Bellissima questa parte del Giappone, io mi sarei spostata fino ad Aomori (uno dei miei sogni è partecipare al Aomori Nebuta Matsuri, quest'anno è il 2 agosto) ma 12 giorni in effetti sono pochi e direi che avete ottimizzato al meglio il tempo a disposizione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Giugno si sta bene come temperatura, ma è piuttosto piovoso e capita di dover indossare un golfino, soprattutto se c'è vento. Quando c'è il sole però il clima è l'ideale!!
      Anche Aomori sarebbe stata da vedere, ma non feste in corso abbiam optato per trascorrere un giorno in più a Tokyo ed eventualmente lasciarla come tappa er un futuro viaggio nell'Hokkaido...

      Elimina
  2. Quando ci sarà in vista un bel viaggio in Giappone ti chiederò mille consigli.... Preparati!!! :)))) che voglia di vedere posti nuovi!

    RispondiElimina
  3. Post davvero interessante :) e una zona del Giappone che ancora mi manca così come l estremo nord (ma è solo questione di tempo) appena tornerò in Giappone alle prime vacanze disponibili volevo organizzare un bel viaggio nella zona tra Kyoto e Osaka per vedere tutti i posti che non sono riuscita a vedere l ultima volta :) attendo i post sui luoghi specifici!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio :D
      L'estremo nord manca anche a me, così come il Kyushu (che spero di visitare la prossima volta). Il Kansai l'ho visto abbastanza bene, se ti serviranno informazioni chiedi pure ^^

      Elimina
  4. wow ma non è poi così costoso!!! Pensavo costasse molto di più! Buono a sapersi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che le spese più grosse sono i trasporti, muoversi è piuttosto caro, mentre per i voli si trovano spesso buoni prezzi!

      Elimina
  5. Mamma quanto ho voglia di visitare il Giappone!!! Doveva essere tra i viaggi di quest'anno ma purtroppo non siamo riusciti!! Confido nel 2016 :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti auguro di andarci presto..e vedrai che poi vorrai continuare a tornarci!!

      Elimina
  6. Bellissimo e bellissimo post! Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima! Dai, aspetto anche il tuo racconto del Tohoku, perchè prima o poi lo so che ci andrai pure tu!!! Il Giappone è la nostra malattia :D

      Elimina
  7. Ciao, domando scusa, approfitto della tua disponibilità chiedendoti un parere, se possibile: Il 1° Maggio, in serata, sarò a Kyoto. Il mio volo di ritorno parte il 14 Maggio, sempre di sera, da Tokyo.
    Sto cercando di organizzare al meglio tutto quello che ci sta in mezzo...prima di tutto cercando di capire se convenga un JR Pass di 7 o di 14gg: valutato questo, cercando di sviluppare un itinerario plausibile per uno che visita il Giappone per la prima volta.

    Pensavo dunque:
    02/5: Kyoto
    03/5: Kyoto
    04/5: Kyoto
    05/5: Kyoto
    06/5: Kyoto-Nara-Kyoto
    07/5: Kyoto - Hiroshima-Miyajima-
    08/5: Hiroshima-Osaka
    09/5: Osaka
    10/5: Osaka-Tokyo
    11/5-14/5: Tokyo con eventuali escursioni

    Cosa ne pensi?

    Grazie

    Stefano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefano, vai tranquillo, se vuoi puoi anche inviarmi una mail warmcheaptrips@gmail.com e sarò felice di aiutarti ulteriormente!
      Dunque il tuo programma mi sembra ottimo per un primo viaggio in Giappone, dedichi i giusti giorni sia a Kyoto che Tokyo!
      il JR Pass fai quello da 7 giorni, attivandolo il giorno che vai a Nara. Kyoto la si gira in bus e l'abbonamento giornaliero costa (se non ricordo male) 500Yen. Se devi spostarti dall'aeroporto di Osaka a Kyoto, prendi il biglietto normale, non conviene fare il pass da 14 giorni.
      Se ti servono altre informazioni chiedi pure, sarà un piacere aiutarti!

      Elimina