Grotte del Caglieron e una giornata a spasso per la Marca Trevigiana

Un paio di settimane fa, curiosando tra i vari blog, sono rimasta rapita dal racconto di Letizia sulle Grotte del Caglieron, in provincia di Treviso.
Dopo aver scoperto questo splendido luogo, ho così deciso di organizzare una giornata alla scoperta di questa zona e son rimasta piacevolmente sorpresa dalla quantità di attività ed itinerari che la marca trevigiana offre.

Grotte del Caglieron, marca trevigiana, escursioni in italia, luoghi naturali veneto, caglieron

Le grotte del Caglieron si possono visitare in un paio d'ore, e potete facilmente inserirle in un itinerario più ampio nella zona di Treviso. Noi abbiamo quindi scelto di abbinare le Grotte del Caglieron al Parco Archeologico Didattico del Livelet  a Revine Lago e al Museo della Battaglia di Vittorio Veneto.

Le Grotte del Caglieron

L'accesso alle Grotte del Caglieron è completamente gratuito ed è un percorso di circa 1 km tra grotte, cavità artificiali e cascate.
Tutto il percorso attraverso le Grotte di Caglieron è accompagnato da pannelli descrittivi, che spiegano il processo estrattivo della "pietra dolza" estratta già dal 1500 e utilizzata per la costruzione delle vecchie case della zona. L'estrazione avveniva seguendo l'inclinazione degli strati, spesso superiore ai 45°, ed ecco spiegato il motivo delle grosse colonne inclinate che sorreggono la volta.
Si sta anche lavorando alla realizzazione del Parco delle Grotte del Caglieron, e tra la vegetazione ci sono ancora diverse grotte da mettere in sicurezza.
Un percorso di passerelle vi condurrà lungo la forra, dove inizia la parte a mio parere più suggestiva di tutto il percorso: le cascate, si tuffano nelle "marmitte", il prodotto dell'erosione fluviale, in un rimescolio di acque, un turbine che ricorda il movimento del "mescolare la polenta" nella caliera (paiolo in veneto).
Ecco da dove deriva il nome Caglieron.
In queste grotte, l'acqua e l'umidità filtrano tra le rocce, e danno origine  a questo ambiente dai colori particolari e a diversi materiali, come il travertino o le perle di grotta.
Nella grotta di San Lucio c'è un microclima particolare, che permette l'affinamento del gustoso Formaggio di Grotta, duro come la roccia all'esterno, ma morbido all'interno, lo potete acquistare all'Infopoint all'inizio del percorso.
Il percorso termina ad un vecchio mulino, trasformato ora in ristorante, e da lì si risale incrociando le due casette che in futuro diventeranno il Museo dello Scalpellino, e già da metà mese verranno allestite mostre fotografiche.
La visita alle Grotte del Caglieron è gratuita e vi richiederà un paio d'ore, camminando con calma e scattando tutte le foto che volete.

Grotte del Caglieron, caglieron, cascate caglieron, cascate, natura in veneto, fregona parco

Grotte del Caglieron, caglieron, cascate caglieron, cascate, natura in veneto, fregona parco

Grotte del Caglieron, caglieron, cascate caglieron, cascate, natura in veneto, fregona parco

Grotte del Caglieron, caglieron, cascate caglieron, cascate, natura in veneto, fregona parco

Grotte del Caglieron, caglieron, cascate caglieron, cascate, natura in veneto, fregona parco

Grotte del Caglieron, caglieron, cascate caglieron, cascate, natura in veneto, fregona parco

Grotte del Caglieron, caglieron, cascate caglieron, cascate, natura in veneto, fregona parco

Parco Archeologico del Livelet 

Spostandosi in auto, a circa 20 min dalle Grotte del Caglieron, raggiungiamo il grazioso paesino di Revine Lago ed entriamo al Parco Livelet, che dispone di un'area pic-nic attrezzata dove ci gustiamo il nostro pranzo al sacco.
L'ingresso al parco costa 4€ e comprende una visita guidata di circa 45/50 minuti. Le visite partono ogni mezz'ora e una brava e preparata guida non solo vi racconterà della vita nella preistoria, ma vi spiegherà anche come è stato possibile ricostruire gli ambienti e le usanze del periodo tra il Neolitico e la prima Età del Bronzo grazie ai ritrovamenti della zona dei Laghi di Revine.
Il parco di per sé è piuttosto piccolo, però nei fine settimana vengono organizzati molti laboratori didattici ed eventi davvero interessanti per bambini e non, trovate il calendario degli eventi sul sito.

Parco Archeologico Livelet, Parco archeologico, capanna preistoria, palafitte

Parco Archeologico Livelet, Parco archeologico, capanna preistoria, palafitte

Museo della Battaglia

Per l'ultima tappa della giornata, nell'anno del centenario dell'inizio della Grande Guerra, non si può saltare il Museo della Battaglia a Vittorio Veneto, raggiungibile in 10 minuti d'auto.
Questo museo, restaurato e rinnovato da poco, è nato grazie alla donazione di oggetti, reperti e documenti raccolti sul campo di battaglia dell'ex-combattente Luigi Marson. Col tempo poi altri testimoni ed eredi hanno contribuito ad arricchire la collezione.
Una collezione su tre piani, con molti video che raccontano e mostrano immagini della Grande Guerra, la vita in trincea al piano terra, l'occupazione al secondo piano e la battaglia finale all'ultimo piano.
L'ingresso al museo costa 5€ ma purtroppo ha un orario di apertura davvero ridotto: solo 3 ore! E' un vero peccato perchè a mio parere questo tempo non è sufficiente per vedere tutti i video, visionare tutti i reperti e i documenti e riflettere su quello che è stato la Grande Guerra, in particolare per la popolazione di questa zona, dove si è combattuto per l'Italia!
A parte l'orario ridotto però questo museo è davvero ben strutturato, interessante e ben organizzato, sarebbe utile abbinare la visita al percorso "I luoghi della Grande Guerra", è possibile trovare maggiori informazioni sul sito del Turismo della Provincia di Treviso.


Ma come vi dicevo, la Marca Trevigiana offre davvero molte possibilità di visita e svago: dalla storia con i castelli feudali e le città murate, alla natura e le escursioni nella foresta del Cansiglio, passando per gli itinerari enogastronomici con il pregiato Torchiato di Fregona.
Numerose sono le strutture ricettive pronte ad accogliere il turista, le informazioni sono semplici da reperire su internet, grazie a siti ben strutturati ed è possibile reperire tutte le informazioni presso i numerosi uffici turistici della zona; segnalo in particolare l'infopoint all'imbocco delle Grotte del Caglieron, gestito dalla ProLoco di Fregona e l'ufficio IAT di Vittorio Veneto.


La Grotta del Formaggio (di San Lucio)

Il formaggio di grotta, Gnam!

20 commenti

  1. Quante cose meravigliose abbiamo in Campania!
    Queste Grotte sembrano incantevoli. Purtroppo, questa volta non avrò tempo per vistarle...ma la prossima volta non me le faccio scappare! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ANTONELLA?!?!?!?!....CAMPANIA'''''''''Ma dai!!!!!!!!!

      Elimina
  2. Sono una vergogna. Abito a pochissimi chilometri e non le ho mai viste! Giuro che prima della fine della bella stagione ci vado. Grazie per avermelo ricordato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sisi sono perfette per un pomeriggio all'aria aperta!!

      Elimina
  3. Anch'io abito più o meno in zona (Belluno) e manco sapevo dell'esistenza. 5 minuti di vergogna per me. Va bene, programmerò a breve una gita!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sta iniziando la primavera, quale occasione migliore? :D

      Elimina
  4. Che bel posto! Tengo presente grazie!!!

    RispondiElimina
  5. In Veneto ci sono davvero tantissimi posti belli, questo mi sembra particolarmente interessante! Sempre di più mi stupisce che l'accesso a questi posti è gratuito, ma forse con la creazione del Parco qualcuno ci penserà a far pagare almeno un prezzo simbolico. La manutenzione e la promozione del percorso costano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh per ora è gratuito ed è ben tenuto...speriamo rimanga così :)

      Elimina
  6. Spettacolo! Adesso ho una coinquilina veneta che mi sta facendo notare che conosco ben poco dell'Italia e del Nord Est in particolare! Aggiunte alla lista di posti da visitare al rientro in Italia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, meritano assolutamente una visita!!

      Elimina
  7. Vabbeh, ma io qua ci devo assolutamente portare il maritozzo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sisi devi proprio...però attenta che potrebbero esserci altre rane nei paraggi (ma nessuna è come te <3)

      Elimina
  8. Cavolo mi sono persa i dintorni, dopo le Grotte sono andata solo ai laghi di Revine.. il museo della Battaglia mi ispira tantissimo!! E pensare che da casa mia faccio prestissimo.. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora vista anche la vicinanza occorre rimediare al più presto ;)

      Elimina