Discover Japan: Nagano e lo Zenko-ji

Ammetto che Nagano non è una delle città giapponesi che che ritengo imperdibili in un viaggio in Giappone, ma se avete in programma di visitare lo Snow Monkey Park di Yudanaka dovrete necessariamente cambiare treno a Nagano, quindi perchè non approfittarne per trascorrere qualche ora alla scoperta di questa città giapponese meno famosa?


Che poi in realtà Nagano è una meta molto conosciuta, non solo perchè ha ospitato i Giochi Olimpici Invernali del 1998, ma anche perchè trovandosi nel cuore delle Alpi Giapponesi, è una meta molto frequentata dagli amanti degli sport invernali.

Lo Zenkoji, l'importante tempio buddista di Nagano

Rispetto ad altre città del Giappone, Nagano è più piccola, con meno attrattive ma di grande importanza per il suo tempio Buddista, lo Zenko-ji, costruito nel VII secolo che custodisce al suo interno la prima statua buddista portata in Giappone. Ogni anno è meta di circa otto milioni di visitatori, è cosi importante che la strada principale della città, la Chuodori, parte dalla stazione e proseguendo dritta per 1,5 km arriva fino al tempio.
Ogni 6/7 anni c'è la cerimonia del Gokaicho: una copia della statua buddista contenuta nel tempio, viene esposta al pubblico per alcune settimane. L'ultima cerimonia è stata nel 2015.

Lo Zenko-ji è aperto ogni giorno dalle 09.00 alle 16.00 e l'ingresso alla sale principale (Hondo) costa 500 Yen. Si può salire nel Sammon Gate, la porta principale, ed osservare la città con altri 500 Yen, ma personalmente lo trovo un costo eccessivo per una stanza piccolissima e quasi vuota, da dove scattare solo un paio di foto sulla città.
Qui potete scaricare la mappa del tempio.

Una delle principali attrazioni del tempio è la "Chiave del Paradiso": procedendo a tastoni lungo una parete, nella più assoluta oscurità attraverso un corridoio lungo e stretto, si arriva a toccare questa chiave. Si dice che chi riesca a toccare questa chiave otterrà la salvezza e l'Illuminazione.




Ho visitato Nagano in una piovigginosa giornata di Agosto, il caldo umido di Tokyo ha lasciato spazio alla rinfrescante e leggere pioggerellina estiva. Non sono ancora le 9.00 quando arriviamo a Nagano e lungo la strada che ci porta al tempio la città è ancora sonnecchiante. Mano a mano che ci avviciniamo al Niomon Gate, il vociare aumenta, i negozietti offrono dolcetti, souvenir e gli immancabili ombrelli trasparenti.
Lo Zenkoji è immerso nel verde, nelle vie laterali spuntano altri edifici minori, passiamo sotto la prima porta, con gli enormi guardiani ai lati, che incutono timore e soggezione.
L'odore di incenso inizia a diffondersi nell'aria, prima di entrare nella sala principale ci si purifica inondandosi d'incenso, una scala ci conduce all'interno, dove è in corso una preghiera. Ci si toglie le scarpe, ed in fila indiana si scende, giù nel corridoio, nell'oscurità....si procede lentamente, la mano destra scivola lungo la parete buia, l'oscurità è totale, si è storditi, si perde il senso dell'orientamento e tutte le certezze....quanto ci affidiamo alla vista!! Poi pian piano la consapevolezza di avere altri organi riaffiora, il rumore del nostro respiro, la salivazione che cresce per quella leggera ansia, il tocco della mano sulla parete....e poi finalmente, una specie di maniglia, un qualcosa di metallico, diverso dalla fredda e liscia parete, tocca la nostra mano...poco dopo il primo spiraglio di luce che ci riporta in superficie, una luce così intensa che per un attimo scordiamo dove siamo.
Dallo Zenko-ji si esce storditi, confusi, un po' persi....
ci vuole un attimo per rendersi conto di cosa è successo, il nostro solito mondo basato sulla vista è stato stravolto, un invito a riflettere sulla vita, e su quello che diamo per scontato....






Per Nagano, è sufficiente una mezza giornata, a mio parere, è però un'ottima base per partire alla scoperta delle Alpi circostanti, e qua i Giapponesi mi son sembrati ancora più gentili (se mai è possibile essere più gentile e cortese di un Giapponese) che altrove.... Inoltre, se volete visitare il castello di Matsumoto, dovrete cambiare treno proprio qui a Nagano, quindi potreste cogliere l'occasione per fermarvi qualche ora in città!

Piccolo aneddoto: mentre aspettavo il verde del semaforo sotto qualche goccia di pioggia, con l'ombrello in borsa per pigrizia, una signora anziana mi si affianca e senza dire una parola mi ripara con il suo ombrello. Attraversa la strada al mio fianco sorridendo e una volta di là mi chiede qualcosa in giapponese...capisco solo "Eki" (stazione), mi avrebbe accompagnato fino a lì se ne avessi avuto bisogno, nella direzione opposta a quella dove lei doveva andare. La ringrazio tantissimo, ma devo solo entrare nel combini, proprio lì a 10 metri....mi accompagna comunque fino alla porta.

Come arrivare allo Zenkoji di Nagano

Per raggiungere Nagano da Tokyo prendete lo Shinkansen dalla stazione Tokyo che in un'ora e mezza circa vi porterà a destinazione (8.200 Yen, o incluso nei JR Pass - verificate sul sito Hyperdia gli orari, comunque ci son treni ogni mezz'ora circa). Da qua potete prendere un autobus, ma personalmente vi consiglio di passeggiare a piedi per la Chuodori e godervi le botteghe, i cafè, i ristoranti che vi accompagneranno fino al cancello del Tempio.

6 commenti

  1. Il Giappone...il mio sogno!!! Bellissime foto:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, il Giappone è una terra magnifica, ma bisogna entrare nell'ottica giapponese per viverlo appieno

      Elimina
  2. Che bello il Giappone! Concordo con Antonella, un sogno!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, non vedo l'ora di tornarci! Presto ne parlerò ancora!!

      Elimina
  3. Allora sei quasi in partenza? Buon viaggio e facci sognare ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii tra quattro settimane esatte toccherò di nuovo il suolo giapponese!! Mi potrete seguire su twitter #WCTinTohoku e sulla mia pagina Facebook!

      Elimina